PRESTAZIONI & SERVIZI

Dott. Valerio Sebastiano Amico

Prenota ora una visita

Sindrome del Tunnel Carpale- Catania

La Sindrome del Tunnel Carpale (STC) è un complesso di sintomi che derivano dall'irritazione e/o dalla compressione del nervo mediano nel suo passaggio attraverso il canale carpale. E’ la neuropatia compressiva più frequente ed è caratterizzata da dolore della mano in regione tenare, parestesia e intorpidimento delle  dita innervate dal nervo mediano ( pollice, indice , medio e metà radiale dell’anulare) versante palmare. Negli stadi avanzati si può evidenziare atrofia e debolezza del tenar. La STC è la patologia lavoro correlata più frequente, la prevalenza con cui la Sindrome del TunnelCarpale si osserva nella popolazione è di circa il 3-6% negli Stati Uniti, e raggiunge una percentuale dell’ 8% nei lavori manuali o da scrivania. Il tunnel carpale è localizzato nel centro del polso, e al suo interno passano un nervo principale (il nervo mediano) e nove tendini (flessori delle dita) che si estendono dall’avambraccio sino alla mano. Il tetto di questo tunnel è formato dal legamento trasverso del carpo. Quando vi è gonfiore all’interno del tunnel carpale, si esercita una pressione sul nervo mediano, che ha una componente sia sensitiva che motoria per il comparto radiale della mano. Quando la pressione aumenta a tal punto da comprimere il nervo mediano si può verificare la sindrome del tunnel carpale. Il gonfiore nel tunnel carpale può essere causato da ereditarietà, diabete, distiroidismi, fratture, artriti, o patologie infiammatorie a carico dei tendini flessori. La ritenzione dei fluidi durante la gravidanza può dare STC, ma tali sintomi tipicamente si riducono dopo il parto. Il movimento ripetitivo della mano e le attività che interessano le funzioni dell’afferrare, dello schiacciare o del pinzare possono far peggiorare i sintomi, anche se per la maggior parte delle persone la causa non è chiara.
Manifestazione chilinica e diagnosi differenziale
I sintomi più comuni della STC sono torpore, formicolio (parestesia), bruciore, perdita della forza della mano o dolore che può estendersi dalle dita sino al gomito. I sintomi possono comparire a una sola mano o a entrambe e sono particolarmente frequenti durante la notte.
Iter diagnostico:
1.     Raccolta dell’anamnesi con una sintomatologia ben specifica con una topografia tipica.
2.    Esame obiettivo accurato eseguendo delle manovre semeilogiche (test provocativi).
3.    Esecuzione di un’ecografia muscolo scheletrica atta a valutare la struttura del nervo mediano ed eventuali patologie secondarie.
4.    Esecuzione di un esame elettromiografico valutando anche le velocità di conduzione sensitiva e motoria. 
Trattamenti
1. Assunzione per os di farmaci antinfiammatori e neurotrofici.
2. Infiltrazione eco guidata del tunnel carpale. scopri di più
3. Trattamento endoscopico. scopri di più
4. Trattamento chirurgico open.