Medicina Manuale

Medicina Manuale

La medicina manuale è quella disciplina medica che si occupa dei disturbi dolorosi della colonna vertebrale, e,  pur basandosi sulla terapia manipolativa come altre medicine alternative, ad esempio Osteopatia e Chiropratica, si è sviluppata sotto il controllo critico e in un contesto teorico accettabile anche dalla medicina tradizionale grazie all’opera di studiosi come Maigne e Sell. La medicina manuale, di esclusiva competenza del Dottore Laureato in Medicina e Chirurgia permette, mediante l’esecuzione di specifiche manovre, di diagnosticare con accuratezza la vera causa del dolore vertebrale, e di eseguire il trattamento terapeutico quando possibile.

Ci si avvale della Medicina Manuale nelle sindromi dolorose, localizzate alla colonna vertebrale e alle articolazioni degli arti, di natura benigna, cioè dovute a sindromi disfunzionali, errata postura, artrosi sintomatica o esiti di traumi, patologie per le quali spesso non è soddisfacente il trattamento medico convenzionale e non è indicato il trattamento chirurgico.
Assolute controindicazioni sono le infiammazioni e i traumi in fase acuta, le infezioni, i tumori, l’instabilità articolare (particolarmente temibile quella atlo-epistrofea), la grave osteoporosi (che abbia determinato recenti crolli vertebrali), motivo per cui prima di eseguire il trattamento è sempre necessario eseguire accuratamente l’anamnesi e l’esame obiettivo, integrati quando opportuno con un esame radiografico. L’approccio manipolativo “dolce”, peculiare della Medicina Manuale, ne rende comunque possibile l’utilizzo in sicurezza anche in pazienti “fragili”.